Operatore Socio Assistenziale: carrellata sulla figura professionale, formazione, prospettive

12345 (Ancora nessun voto)

La professione dell’Operatore Sociale

Operatore socio assistenziale: sempre più spesso si sente parlare di questa figura professionale ma è utile e doveroso soffermarsi sulle sue  caratteristiche e sul percorso formativo che serve per acquisire questo titolo.

In generale l’operatore socio assistenziale (anche noto con l’acronimo OSA) si occupa di attività di prevenzione, di cura e di sostegno nei confronti di soggetti con forte disagio sociale e vale a dire prevalentemente tossicodipendenti, immigrati, alcolizzati, bambini in difficoltà, anziani e disabili.

Con la sua attività deve occuparsi di migliorare lo stato psicologico e di disagio fisico migliorando anche gli aspetti relazionali e comunicazionali. Il suo scopo è favorire l’autosufficienza dell’assistito qualora questa non sia stata ancora raggiunta. Altresì deve prestare la sua assistenza igienico – sanitaria per migliorare lo stato di salute e di benessere dell’assistito. Collabora attivamente e fattivamente con le altre figure professionali coinvolte come medici, infermieri, educatori, insegnanti e medici legali, ad esempio per la pianificazione delle misure terapeutiche. Il suo spazio di azione è sia sociale che socio-assistenziale.

Per diventare operatore socio assistenziale si deve seguire un percorso formativo ad hoc che si articola su più aree disciplinari:

1. area socioculturale e legislativa
2. area psicologica e sociale
3. area igienico sanitaria
4. area tecnico-operativa

Di norma i corsi sono articolati in modo da avere non solo un bagaglio teorico ma anche tutte le conoscenze pratiche per apprendere sin da subito come si lavora nel sociale. A fine percorso formativo viene rilasciato un attestato di qualifica spendibile su tutto il territorio nazionale ed europeo.

Diventare Operatore Socio Assistenziale è la strada professionale giusta per chi si sente pienamente coinvolto dal desiderio di offrire la propria assistenza a chi ha bisogno di aiuto. Lavorare nel settore sociale non è solo un’opportunità lavorativa ma è anche gratificante perchè aiutare chi ha bisogno arricchisce umanamente.

E, per concludere, ecco una serie di motivazione che spingono sempre più persone a specializzarsi come operatore sociale:

– “mi piace stare con i bambini ho tanta pazienza e voglia di giocare divertirmi insieme ai bimbi che sono la cosa più bella del mondo…”
Corso OSA Infanzia

– “vorrei aiutare le persone che affette da dipendenze, essere utile nel sconfiggere una piaga rilevante nella società…”
Corso Operatore per le Dipendenze

– “amo i bambini e credo di poter svolgere mansioni sociali riguardante l’infanzia…”
Corso Operatore Infanzia

– “vorrei assistere ed aiutare gli stranieri ad integrarsi al meglio nella nostra società…”
Corso Operatore Multiculturale

– “mi piace fare del bene agli altri, vorrei fare di questo una professione…”
Corso OSA Anziani

– “specializzazione professionale nel campo dell’accompagnemento turistico per persone disabili…”
Corso Assistente Turistico per Disabili

– “vorrei, con tutto il cuore, aiutare gli anziani in difficoltà… e cambiare lavoro e la mia vita…..”
Corso Operatore per Anziani