Laurea in Economia

Passione per soldi e affari? Laurea in Economia





INTRODUZIONE

Come insegna Delroy Lindo ne Il colpo (2001) è l’amore per i soldi che muove il mondo.
Di fatto, da sempre l’attività di ragioneria è fondamentale per l’economia di un’impresa.
Certamente, oggi, non basta più solo saper tener i conti, ma con la complicità dei mercati internazionali si richiedono spiccate abilità di analisi e managment. Ecco, quindi, il motivo per cui 41.922 studenti – dati ISTAT per l’a.a. 2010/2011 – si sono immatricolati nelle facoltà economiche.

ecamp

LAUREA TRIENNALE ECONOMIA
Questa percorso formativo ha mille sbocchi professionali, non solo l’esercizio della professione di Dottore Commercialista.
Si incomincia iscrivendosi a un percorso di Laurea Triennale in Economia o Economia Aziendale, in cui lo studente apprende i metodi per valutare correttamente ogni aspetto della situazione economica di una realtà produttiva, di un settore produttivo e dell’intero sistema economico. La formazione viene completata con esami in materie storiche e giuridiche per fornire al dottore in Economia la più solida e interdisciplinare preparazione.

LAVORARE DOPO LA LAUREA TRIENNALE

Conseguita la Laurea Triennale, il dottore può inserirsi nel mercato del lavoro sia nei settori privati (imprese, società di servizi, istituti finanziari, banche o assicurazioni) che nel pubblico, con il superamento di un concorso. Oppure, può iscriversi nella sezione B dell’Albo Professionale dei Dottori Commercialisti in qualità di esperto contabile, previo un periodo di tirocinio almeno triennale e il superamento di un esame.

Se intende proseguire gli studi, si può frequentare un Master di I livello o iscriversi al biennio di specializzazione (Laurea Magistrale). Nel secondo caso, la formazione si approfondisce trattando tematiche tributarie e giuridiche, studiando le peculiarità delle aziende profit e anche no profit, arrivando a conoscere dettagliatamente tutti gli aspetti economici di una realtà. Si tratta di una formazione orientata al superamento dell’esame di Dottore Commercialista.

Per diventare Dottore Commercialista, una volta conseguita la Laurea Magistrale, occorre un periodo di praticantato presso uno studio di almeno 3 anni, a conclusione dei quali è possibile sostenere l’esame di stato che, se superato, permette l’iscrizione all’Albo dei Dottori Commercialisti.
Naturalmente, diventare Dottore Commercialista non è obbligatorio. In alternativa, un laureato magistrale in Economia ben potrà spendere il suo titolo di studio lavorando presso banche, imprese, studi professionali in qualità di alto collaboratore nell’amministrazione e gestione commerciale dell’attività.