Corso di programmazione base del PLC

12345 (Ancora nessun voto)
Corso per Controllore a Logica Programmabile

Corso base per la programmazione del Controllore a Logica Programmabile ( PLC )

Il corso è momentaneamente sospeso fino a nuovo avviso.


INTRODUZIONE

L’obiettivo del corso è fornire ai partecipanti le basi per la programmazione dei sistemi PLC SIMATIC S7 – 300 e l’apprendimento degli ambienti di programmazione STEP7  per la realizzazione e il mantenimento di programmi di complessità medio/bassa.
Lo studente verrà formato sulle conoscenze per la configurazione, il funzionamento e la diagnostica delle applicazioni PLC.
Il corso è indirizzato ai diplomati in informatica, elettrotecnica, elettronica e impiantistica che desiderino lavorare nell’ambito dell’automazione industriale.

Obiettivi del corso

Gli argomenti del corso riguardano la gestione, lo studio e la realizzazione di circuiti di controllo.
Verranno trattati tutti gli argomenti sia sul livello teorico che quello pratico, prestando molta attenzione alle attività di manutenzione e sviluppo delle applicazioni, nonché del degugging.
Lo studente potrà apprendere il mantenimento dell’hardware e del software di un PLC in quelle che sono le sue configurazioni più usuali, negli ambiti dell’automazione industriale e civile.
Al termine del corso verranno ripresi alcuni programmi già svolti, modificandoli o adattandoli a nuove esigenze.

REQUISITI

  • Per accedere è consigliabile un diploma d’istruzione superiore.
  • Per accedere è consigliabile aver seguito il corso di “Sistemi di controllo industriale” o avere conoscenze equivalenti.

Programma del corso

Moduli Formativi

  • Lezione 1 : La prima lezione , dopo un breve test d’ingresso, comprenderà un’introduzione generale al mondo dell’automazione, l’identificazione dei principali tipi di sensori ed attuatori utilizzati nell’automazione industriale, nozioni logiche di automazione e di comando, elementi dell’interfaccia logica, PlC e logiche Relais ed esercizi correlati, architettura del PLC e della CPU, allocazione della memoria, esempi di programmazione in Ladder secondo logica a bit e realizzazione di sequenze con logica programmabile.
  • Lezione 2 : La seconda lezione tratterà alcuni cenni sugli ambienti di sviluppo e le modalità di funzionamento del PLC, le possibilità di diagnostica online, i linguaggi di programmazione per PLC, una sintesi delle funzioni logiche ed esercizi sulla loro realizzazione , l’importanza dei bus nei PLC compatti espandibili modulari, una introduzione ai PLC di serie 300/400, l’ambiente di programmazione la creazione e la struttura di un progetto in Simatic Step7, gli strumenti di debug, l’editing del programma e la visualizzazione in linguaggio AWL e FUP, le variabili di memoria, i blocchi organizzativi OB1 e OB100, la programmazione delle logiche di start-stop del motore.

  • Lezione 3 : La terza lezione tratterà le diverse tipologie di segnale, i sistemi di numerazione, i concetti di informatica sulla tipologia dei dati, i codici di rappresentazione e la tipologia di dati complessi, il temporizzatore, i puntatori ad aree di memoria, i timer del PLC e il loro utilizzo, i contatori, l’utilizzo dei dati e delle strategie di programmazione, gli schemi di connessione tra Relais e PLC, le ,memorie di un PLC, le memorie “merker”, le memorie ritentive, le memorie locali e i blocchi di dati, merker speciali, le logiche di start-stop di un motore e le logiche di allarme, la subroutine e il suo utilizzo e la subroutine per le variabili di appoggio agli ingressi, le logiche a bit, di start e stop e di allarme, l’avvio e l’arresto di un motore con SET e RESET, le funzioni e i blocchi funzionali, i blocchi organizzativi speciali, la funzione FC1.
  • Lezione 4 : La quarta lezione comprende, quantizzazione e campionatura di un segnale, gli ingressi analogici e l’approccio secondo i PLC, i moduli di ingresso analogico, lo standard 4-20mA, il modulo ecncoder, l’azionamento, il modulo di controllo degli assi, i moduli di comunicazione, alcuni cenni ai sistemi distribuiti, alcuni esempi di comparazione, l’impianto per il riempimento automatico di una cisterna, i filtri per i contatti di ingresso, l’avvio di un motore con i filtro per gli ingressi.
  • Lezione 5 : La quinta ed ultima lezione, alla quale seguirà il test finale,, comprende il rilevatore di fronte positivo e negativo, l’avvio e l’arresto di un motore con logica anti incastro, il comando di avvio antinfortunistico, gli operatori di confronto, l’esempio di un sistema contapezzi, alcuni esempi pratici sulle logiche di automazione, il simulatore per la serie 300 e 400, la creazione di un progetto, il download verso il simulatore, la simulazione, gli strumenti di debugging.

 

Dati del corso

Durata e frequenza del corso:

La durata del corso post diploma è di 40 ore con la frequenza minima del 75%.

Sede del corso:

Il corso di programmazione base del PLC è disponibile solo in Lombardia. Per sapere indirizzo, costi e durata compila il modulo per ottenere tutte le informazioni gratuitamente!